Font Size

SCREEN

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel

Raduno di primavera 2018

Ogni anno, con l’avvento della primavera l’Associazione Trasvolatori Atlantici indice una riunione ad Orbetello per ricordare i protagonisti delle grandi trasvolate ed offrire l’opportunità di un solenne incontro tra soci, rappresentanti della cittadina maremmana, di illustri reparti dell’Aeronautica Militare, di Associazioni d’Arma e, più in generale, con appassionati di una storia gloriosa.

 

Il raduno di quest’anno, tenutosi il 16 giugno, si è svolto in un clima di particolare emotività ricorrendo il 50° Anniversario della fondazione dell’A.T.A.. Nell’agosto del 1968 infatti un folto gruppo di membri degli equipaggi degli S55 che in formazione, al comando di Italo Balbo, raggiunsero nel 1930 il Brasile e nel 1933 gli Stati Uniti d’America, dette vita all’Associazione. Si veniva in tal modo a concretizzare l’aspirazione, manifestatasi ad Orbetello nel novembre del 1960 durante l’affollata inaugurazione del Sacrario degli Atlantici e del Parco delle Crociere alla presenza dell’on. Giulio Andreotti e del Gen. S.A. Silvio Napoli, anche egli trasvolatore Atlantico, allora rispettivamente Ministro della Difesa e Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare (cfr. sito web: www.trasvolatoriatlantici.it menù “Il Sacrario”).

 

In questo affascinante contesto si è ripetuta ancora una volta nel 2018 la parte ufficiale del raduno primaverile dell’ATA. Presenti numerosi soci ed in particolare il Gen. S.A. Giovanni Sciandra, Presidente dell’Associazione Arma Aeronautica, il Gen. S.A. Lamberto Bartolucci, il Picchetto d’Onore della AM, i labari delle Associazioni d’Arma, il rappresentante del Comune, nella persona del Senatore Roberto Berardi, i comandanti del 4° e del 31° Stormo, Colonnelli Marco Lant e Dimitri Pasqualetti.

 


I numerosi soci presenti. In prima fila: da destra il Segretario dell’A.T.A., prof. Di Francesco, il Presidente dell’A.A.A., Gen. S.A. Sciandra, il vice Presidente dell’A.T.A., Arcangeli, il consigliere Destro Bisol, il socio Culmone, il consigliere Palascino, nelle file successive il Gen. S.A. Bartolucci, la consigliera Vaschetto, il consigliere Nannini, la consigliera Falessi, il consigliere Delisi.

 


I labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma

 

A conclusione del sobrio rito religioso, officiato da Mons. Pietro Natali, parroco delle tre parrocchie orbetellane, hanno preso la parola il Sen. Berardi e il Cav. Lav. Ing. Umberto Klinger, succeduto nella presidenza dell’Associazione all’Ing. Renato Valle, sottolineando il primo la solidarietà e l’interesse di Orbetello nei confronti della propria storia aeronautica e il secondo il rinnovato impegno della Presidenza e del Consiglio direttivo nello sviluppo dei compiti istituzionali.

 


Il presidente dell’A.T.A., Cav. Lav. Ing. Umberto Klinger

 

Il Sen. Roberto Berardi

 

Conclusa la cerimonia al Sacrario, i partecipanti hanno effettuato una visita al riquadro del cimitero comunale, ove si trovano le tombe di Italo Balbo e dei suoi compagni di volo. Durante il pranzo a Grosseto sono stati consegnati dal Presidente, Ing. Klinger, i diplomi e i distintivi ai nuovi soci, Col. Ambrosino, T.Col. Di Loreto e M.llo D’Agostino che con il loro impegno operativo hanno dimostrato di realizzare gli scopi istituzionali del nostro Sodalizio.

 

La conviviale

 

Il Cav. Lav. Ing. Klinger e il Col. Ambrosino

 

Il Cav. Lav. Ing. Klinger e il T.Col. Di Loreto

 

Il Cav. Lav. Ing. Klinger e il M.llo D’Agostino

 

Come già in passato, nell’occasione sono state consegnate da parte del Comandante Col. Pasqualetti le aquile Atlantiche a numerosi piloti del 31° Stormo, riconfermando in tal modo i legami di gemellaggio con l’Associazione Trasvolatori Atlantici.

 

La consegna delle aquile Atlantiche ai piloti

 

Successivamente, dopo il pranzo, il Col. Lant, Comandante del 4° Stormo ci ha ricevuto personalmente illustrando la gloriosa storia del reparto che si fregia dello stemma del cavallino rampante e richiamando notizie e informazioni sull’attività del reparto.

 

Il Col. Lant nella sala “briefing” del 4° Stormo

 

La visita si è poi trasferita sul campo di volo dove erano schierati i velivoli F-104, Tornado e l’attuale velivolo operativo per la difesa aerea F-200 Eurofighter concludendo la giornata programmata.

 

Il Campo di volo

 

Presenti al raduno oltre al Presidente, Cav. Lav. Ing. Klinger, il V. Presidente Arcangeli, i consiglieri Delisi, Di Francesco, Destro Bisol, Falessi, Nannini, Palascino, Vaschetto.

(B.D., M.D.F.)